malaspina

Due chiacchiere con Marco Malaspina

  • Ciao Marco, Vuoi raccontarci qualcosa di te e del tuo lavoro?

MM) La mia avventura nel mondo della pallavolo è iniziata negli anni ‘80, quando a 20 anni facevo l’istruttore all’interno della scuola dove lavoravo ma il salto di qualità, se si può così definire, è stato quando l’amico prof. Maurizio Baldacci, mi ha proposto di collaborare all’interno della sua società, la Libertas, prima come istruttore di minivolley e in seguito con mansioni di sempre maggiore responsabilità organizzativa anche nel settore giovanile. Il primo gruppo importante che ho allenato è stato quello delle ragazze dell’annata 1985 di cui faceva parte anche Valentina Arrighetti, giocatrice che non ha bisogno di presentazioni essendo diventata un’atleta della nazionale e che ha giocato a lungo in A1. Con quel gruppo abbiamo ottenuto il titolo regionale under 14 e poi un primo confronto con squadre importanti in fase interregionale. Libertas è poi diventata Volley School Genova e io ho continuato ad essere responsabile dei centri di avviamento alla pallavolo e allenatore di squadre Under 12, 13 e 14. Molte delle atlete che ancora oggi giocano a vari livelli mi hanno avuto nei loro primi anni di attività come allenatore e con loro abbiamo conquistato numerosi titoli provinciali e regionali oltre a importanti partecipazioni alle finali nazionali under 14.

Poi Volley School è stata ceduta al Presidente Molisani e insieme al nuovo staff abbiamo dato vita al progetto Serteco Volley School Genova, nel quale ho continuato ad avere un ruolo sia da allenatore – sempre nello stesso settore – sia da organizzatore. Anche qui con diverse formazioni abbiamo vinto vari titoli provinciali e regionali e con il gruppo dell’annata 1999/2000 uno splendido settimo posto nelle finali nazionali Under 14; ed ora eccomi alla Normac AVB!

  • Cosa ti ha spinto ad accettare di far parte del progetto Normac?

MM) Devo dire che negli ultimi due anni le mie motivazioni a continuare a svolgere il ruolo che ho sempre avuto erano scese. Ho avuto difficoltà a riconoscermi nelle scelte organizzative e tecniche della nuova gestione Serteco. Nella stagione scorsa è subentrata molta stanchezza e a marzo 2021 ho comunicato al Presidente la decisione che, alla fine del campionato Under 13, mi sarei preso una pausa di riflessione. Ero proprio deciso a smettere di allenare. Poi a giugno ho incontrato Roberto Maragliano e Mario Bacigalupo i quali mi hanno proposto di entrare a far parte dello staff della Normac AVB. La proposta mi è piaciuta e dopo qualche giorno di riflessione ho deciso, ad inizio luglio, di accettare questo nuovo incarico; praticamente sarò il coordinatore e referente tecnico dal settore S3 a quello Under 12 e 13 e quindi mi relazionerò e lavorerò a stretto contatto con gli istruttori e gli allenatori di questi gruppi, nonché con le giovani atlete che abbiamo la fortuna di allenare. E le motivazioni, vi assicuro, sono tornate a mille. Infatti voglio ringraziare tutta la Normac per l’accoglienza e per la stima che ho percepito in questo primo periodo di inizio lavori in società.

  • Avrai la supervisione di tutto il settore S3 fino all’Under 13, cioè quello che è sempre stato il tuo principale campo di azione nelle società con cui hai collaborato. Idee? Progetti? Obiettivi?

MM) Premetto che sono entusiasta del lavoro che abbiamo iniziato con i tecnici Under 12 e 13. Anna Celso e Federico Savoldelli hanno motivazioni altissime e sono disponibili a mettersi in gioco e a confrontarsi con me. L’ambiente Normac mi si addice e mi piace moltissimo al di là di ogni aspettativa. Sicuramente questa disponibilità permetterà di lavorare su una programmazione che via via diventerà ancora più efficace, considerando che già il livello che ho visto in palestra è di grande spessore (Paolo Bottaro e Andrea Carozzi – insieme agli altri tecnici – hanno sicuramente fatto un ottimo lavoro in questi anni). Abbiamo come riferimento tecnico una società importante come la Reale Mutua Fenera Chieri con il progetto MyClub e ormai siamo tutt’uno con il Volley Genova VGP. Un passo importante sarà quello di confrontarmi con Silvia De Luca che, oltre ad essere un’amica, è la referente tecnica per lo stesso settore a Sestri. Un obiettivo sarà sicuramente quello di fornire un raccordo tra il settore di mia competenza e quello gestito dai tecnici del giovanile che operano con le ragazze più grandi. E comunque il primo obiettivo sarà quello di offrire ai giovani tecnici, agli istruttori e alle atlete un supporto che possa essere utile al Progetto Normac. Per me sarà una bella sfida e spero di esserne all’altezza.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *